Prepare to fight

gloves on the wall

La sala è intrisa di silenzio e tenebre. Poche lame di luce penetrano da alcune finestre, sfumando nel nero della palestra deserta. In lontananza, lenti ma decisi passi aumentano di volume, annunciando l’arrivo di una figura ammantata di oscurità. Nel silenzio e nella penombra, l’uomo lascia srotolare una corda, prendendo a danzare con essa, al suono di un sibilo via via più intenso. Flessioni e burpees, shadow boxe, colpi al sacco… Gocce di sudore cadono, il fiato rilasciato per gli sforzi si mischia con il rimbombo crescente del sacco percosso, con il rullare frenetico del sacco veloce, in un concerto di forza primordiale, di atavica energia. Un crescendo di sforzi che giunge all’apice, spegnendosi in un lungo e determinato respiro venato da un ringhio ferino, mentre la figura scarica l’ultimo colpo al sacco veloce.

Una mano guida lentamente una fascia intorno all’altra, la cinge come un amante premuroso, sigillandola con velcro e nastro adesivo di stoffa, il pugno si serra in quell’armatura di tessuto, pronto a indossare il guantone che scivola lentamente, abbracciando la mano; inguaina le armi del combattente alla stregua del fodero che preserva la lama, in attesa di snudarla nella battaglia.

Le spalle dell’uomo sono abbassate, le braccia morbidamente distese lungo il corpo, il capo chino a raccogliere le forze, la concentrazione; il richiamo silenzioso dell’energia che muove l’universo. La sagoma si desta dalla muta preghiera, si solleva senza fretta, tende i muscoli, il capo s’innalza, gli occhi si aprono, sgombri d’esitazione. Vi è trepidazione, anche un filo di paura, mai abbastanza da inficiarne l’incedere, da velarne la convinzione. Lentamente, l’uomo si dirige verso una soglia illuminata: oltre, l’ingresso del ring. Passo dopo passo, il brusìo del pubblico si fa strada, cresce dal nulla, giungendo a un roboante frastuono, preludio di battaglia.

La campana emette un singolo tocco.

Fight.

(In sottofondo: Two Steps from Hell – Protectors of the Earth)

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.