Biblioteca fantasma: “Lo spirito e l’isola”, di Simone Giudici

Nelle letture horror è sempre più difficile trovare produzioni in grado di suscitare qualche brivido senza scadere nel prosaico splatter, oppure che siano prive di cliché consumati. Il romanzo “Lo spirito e l’isola”, di Simone Giudici, è una rappresentazione di come sia possibile trovare buoni contenuti disponibili nella pubblicazione indipendente; tale opera, tuttavia, mostra anche…

Preludio

Il sole delle 18:00 splendeva nell’epilogo pomeridiano di quel giugno che, seppur pigramente, aveva preso a scaldare, eppure quella luce aveva qualcosa di innaturale, una tonalità di giallo carica di severa solennità, acuita dalle ombre, insolitamente lunghe anche per quell’orario. Sembrava il sole di un’apocalisse splendente, che, in vece di biblici diluvi, di terremoti, di…

Biblioteca fantasma: “L’esorcista”, di William Peter Blatty

Trovare un’opera horror o gotica di qualità è diventata impresa assai ardua, complice la scellerata politica di case editrici che pubblicano libri dalla qualità discutibile, nei quali disertano perfino il necessario editing; il risultato è la presenza imperversante di contenuti banali esposti attraverso una forma sempre più arida di termini e che contribuisce a impoverire…

Prepare to fight

La sala è intrisa di silenzio e tenebre. Poche lame di luce penetrano da alcune finestre, sfumando nel nero della palestra deserta. In lontananza, lenti ma decisi passi aumentano di volume, annunciando l’arrivo di una figura ammantata di oscurità. Nel silenzio e nella penombra, l’uomo lascia srotolare una corda, prendendo a danzare con essa, al…

Biblioteca fantasma: “Il diavolo dentro”, di Roberto Ottonelli

“Il diavolo dentro” (Odissea Digital) è un romanzo liberamente tratto dalle vicende riguardanti le Bestie di Satana, e si è rivelato una lettura intensa, destabilizzante, principalmente a causa della consapevolezza che in esso vi siano situazioni realmente accadute; questo è un punto su cui Roberto Ottonelli gioca con intelligenza, miscelando situazioni verosimili con scene inventate,…

Biblioteca fantasma: “Se le notti all’inferno”, di Daniele Vacchino

“Se le notti all’inferno” (edizioni GDS) è un libro atipico di Daniele Vacchino, autore di noir, gialli, thriller e saggi, con particolare attenzione al caso del Mostro di Firenze (si segnalano il racconto “Agartha”, presente nel libro “Ritualis”, realizzato con Davide Rosso, “La pinacoteca delle copie” e “La Strega del Ritano”). Questo romanzo si erge…

Il Tempo

Era un uomo anziano, ormai piegato dagli anni e vessato dalle amarezze. Viveva solo, di sua volontà, giacché s’era disfatto di amicizie rette sulla convenienza e sulla pigrizia, di amori fittizi che fiorivano a stento su fragili terreni infestati da menzogne. Infine, aveva allontanato tutti, vinto dal livore che così tanto detestava nel prossimo e…

La danza delle dita

La pioggia battente percuoteva i vetri della caffetteria, come se volesse entrare a ogni costo nel locale. Al suo interno, musica acustica si spandeva nell’aria come un profumo. Fuori, il vento fischiava furioso e i tuoni in lontananza si opponevano con insistenza a quell’atmosfera di pace. Il vetro, in quel momento, pareva essere il confine…

La strega del bosco di pioppi

Nelle innumerevoli storie e leggende di streghe, ci si premura sempre di raccontarne ogni dettaglio, compreso, ovviamente, nominarne il luogo preciso in cui si ritiene ch’essa viva. In questo caso, tuttavia, sarà mia cortesia non svelarvi né il nome del luogo, né la sua esatta ubicazione, e questo, badate bene, è nel vostro stesso interesse….

L’orticello

C’era un uomo che coltivava un terreno, non molto lontano dalla propria casa. Ogni mattina, di buon’ora, si alzava, faceva colazione e, inforcata la bicicletta, si recava a coltivare il proprio pezzetto di terra fino a sera. L’orto era modesto, ma in grado di offrire quanto bastava all’uomo per nutrire sé stesso e la sua…

Il ruggito

Alissa è seduta in mezzo al buio del palco, il capo inclinato in avanti, in un silenzio intonso e tenebroso. È sola, in quel locale, eppure da qualche parte, in lontananza, giunge una melodia, un incipit lento di archi, sommesso, timido. I capelli azzurri oscillano lentamente, pigri; celano il viso in un oceano calmo e…

L’Eretico

L’Eretico è seduto di fronte allo specchio, tira un lungo sospiro, in un misto di fatica e sollievo, mentre fissa negli occhi il suo riflesso. Il pallore bianco, cadaverico, le orbite cerchiate, il cappuccio ancora calato in testa; lo butta indietro, mostrando i capelli corti, decisamente non “metal”. Ormai, il mito del metallaro dalla lunga…

Black Mirror

Viaggiava in auto, avvolto dalle nebbie. Il pomeriggio era nel pieno della sua vita: quell’apice che precede il declino nel crepuscolo. Il sole, tuttavia, si negava agli occhi, vestendosi di foschia. La coltre novembrina abbracciava l’automobile con soffice delicatezza; pigramente, la colorava del medesimo grigio di cui l’ambiente era tinto, e accarezzava la vernice metallizzata…

La falena nella fiamma

James è seduto in camerino. Fissa un punto indefinito di fronte a lui; le mani giunte, gli indici sfiorano le labbra. Il torso leggermente piegato in avanti tradisce un nervosismo che non può essere cancellato neppure da anni di esperienza e successo planetario. È una leggenda, eppure al pensiero di salire sul palco si emoziona…