Pub

La luce del pub era soffusa, distribuita con parsimonia dalle poche flebili lampade, pendenti dal soffitto come lucenti impiccati. Al bancone, un barman dall’aria arcigna, appesantito da anni di stravizi, passava senza convinzione uno straccio sul legno invecchiato. Mustaine graffiava le casse dello stereo con la sua chitarra e la voce al vetriolo, sciorinando le … Continua a leggere Pub

La Messe d’oro

Giuseppe dormiva all’ombra della tettoia, abbandonato su una vecchia sedia a sdraio. Il pomeriggio ai suoi primordi pareva sonnecchiare con lui, placido e silenzioso. L’aria non azzardava a muoversi, quasi come se avesse il timore di svegliare coloro che pigramente si lasciavano cullare dall’abbraccio ipnotico. Il sogno lo stava cullando dolcemente, anche se, lentamente, prendeva … Continua a leggere La Messe d’oro